lunedì 12 gennaio 2015

Friselle: la ricetta per prepararle a casa

La ricetta di oggi è laboriosa ma i risultati saranno eccellenti. 


In questo blog fino adesso abbiamo parlato di pizza, dolci e pane senza far mai segreto di trucchi e curiosità per gli impasti perfetti nelle vostre mura di casa, stavolta tratteremo un prodotto tipico del sud che non rientra in nessuna delle categorie che abbiamo elencato prima.

Parliamo delle friselle, le friselle sono ciambelle molto croccanti, perfette per essere condite come delle bruschette.





Questa specialità è realizzata nel sud Italia principalmente in Puglia.

Infatti il nome frisella è dato dai Pugliesi, diventato poi quello "ufficiale", in Calabria viene chiamata "fresa" e in Campania "fresella".

Questo pane biscottato se così vogliamo chiamarlo, non è un vero e proprio pane perchè viene ricotto per farlo biscottare (bis-cotto= cotto due volte).

Le friselle nella prima metà dello scorso secolo, erano consumate principalmente dai benestanti, i più poveri invece le producevano con farina di orzo mischiata a grano di seconda mano.
Una qualità della frisella che andava a favore delle famiglie povere era senza dubbio la conservabilità, per questo motivo spesso era sostituita al pane.

La forma a ciambella delle friselle ha un suo significato logistico preciso, per facilitare il trasporto venivano raccolte tutte insieme con una cordicella passando attraverso il buco, come per formare una collana.

La frisella era il miglior pane da viaggio, i pescatori addirittura la bagnavano in acqua di mare per ammorbidirla e condirla con del pomodoro fresco o aggiungendo anche sale,olio e origano.

I pescatori le utilizzavano anche come basi per la zuppa di pesce.



Dopo il mio solito spazio dedicato alle curiosità e alla storia dei prodotti veniamo al pratico:

La Ricetta:


Ingredienti e Procedimento



Ingredienti:


  • 1 kg di farina 0 o integrale
  • 10gr di lievito secco o 30 di lievito fresco
  • 10-15 gr sale
  • acqua q.b. (in base all'assorbimento della farina)



Procedimento:


  • Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida e già salata
  • Mescolare il composto nella farina già disposta a fontana sul piano di lavoro
  • Lavorare l'impasto con energia, aggiungendo acqua se ne occorre
  • Lasciare lievitare l'impasto per 2 ore coperto da un panno umido
  • A volume raddoppiato formate dei pezzi di 150 gr circa
  • Lavorare i pezzi di impasto fino a farli diventare dei filoncini da 15cm di lunghezza
  • Far lievitare un'altra ora
  • Allungare i filoncini fino a 30cm ca
  • Chiuderli dando una forma a ciambella
  • Mettere nella teglia coperta da carta da forno le vostre friselle
  • Far lievitare in forno a 30-50 gradi per un'altra ora coprendo la teglia
  • Alzare la temperatura a 200° per un quarto d'ora, devono rimanere ancora bianche
  • Toglierle dal forno posandole su una grata
  • Tagliatele in due, se lo avete a disposizione usate uno spago sottile e tagliente
  • Rimettere in forno con la parte tagliata verso l'altro per 30 minuti a 170°-180°
  • Abbassate il forno a 140° per altri 30 minuti di cottura finendo di tostare le friselle.



SFORNATE E LE VOSTRE FRISELLE, SONO PRONTE!!!


QUESTO è STATO IL MIO RISULTATO:




Profilo INSTAGRAM




Starete pensando che i procedimenti di questa ricetta sono molti..SI è VERO ma posso anche confermarvi che il risultato sarà quasi come quello di un fornaio se rispettate i procedimenti, inoltre le lievitazioni sono veloci e si può realizzare tutto in un pomeriggio.

Mica male no?



Valori nutrizionali
Per 100g di prodotto il valore energetico delle friselle è di 366 Kcal con un buon apporto proteico e di carboidrati, il livello di grassi invece è molto basso (meglio).


E ORA


Vi ringrazio come sempre per le mail che mi inviate e mi fa molto piacere creare interesse, non solo per le ricette ma per le varie curiosità sui prodotti che raccontiamo su questo blog.


Per questo motivo vi invito anche a commentare qui sotto nei vari articoli del blog, creando cosi uno scambio di idee e esperienze sulle ricette trattate.


Sicuramente sarebbe un modo per imparare cose nuove, anche per me! :P


A breve inizierò a pubblicare delle risposte o dei post specifici sulle mail più interessanti che mi arriveranno dagli utenti per soddisfare cosi gli interessi di chi segue il blog.



Per seguirmi ci sono altri 2 modi:



Sulla pagina Facebook: facebook.com/impastoperpizza

Da poco anche su Instagram: instagram.com/impastoperpizza/



Al prossimo post!




Buon impasto a tutti!



Luca Bucciarelli

Nessun commento:

Posta un commento

Senza i vostri commenti questo blog perde più del 90% del valore!
Aiutatemi con la vosta passione a renderlo una comunità di discussione.